Coccoina

marzo 3, 2010

Ho sniffato più coccoina io da bambino che Tony Montana, Amy Winehouse e Lapo Elkann messi insieme. Ah no, la loro non era coccoina.

Oggi piccola eccezione, l’oggetto in questione non è comparso la prima volta negli anni 80 ma è sicuramente un ricordo vivissimo nella mente di tutti i bambini di quella decade.

La coccoina nasce nel 1927 ad opera di Balma, Capoduri e C., industria di Voghera entrata sul mercato da pochi anni.

Cos’è la coccoina? Nient’altro che della semplice colla nella forma di pasta bianca.

Ma perchè è diventata un oggetto di culto?

Varie caratteristiche ne hanno decretato il successo:

  • la coccoina si presentava in un packaging accattivante, un barattolino di metallo con scritte blu che conteneva al suo interno un pennellino per spalmare la colla.
  • Un delizioso profumo di mandorla
  • ora che ci penso non c’erano altri motivi

La colla era decisamente inutile come prodotto, uno sputo di cammello aveva più potere adesivo di mezzo quintale di coccoina ma i bambini ne andavano pazzi per quel favoloso profumo che introdusse alla tossicodipendenza intere generazioni.

I poveri ingenui che si ostinavano a usarla invece di inebriarsi col suo magnifico profumo si ritrovavano con un foglio spesso sette centimetri con sopra foto stropicciate in equilibrio precario.

Per alcuni l’uso di coccoina subì un’ evoluzione, sniffarla non era più sufficiente e si passò al consumo per via orale: la ditta ha sempre affermato che non ci fosse nessun pericolo nel mangiarla ed la coccoina entrò di diritto nella dieta regolare di ogni bambino, altro che pane e nutella!

La composizione del prodotto è in effetti una miscela priva di solventi a base di destrina di fecola di patate, acqua, glicerina a cui viene poi instillato il profumo di mandorla.

La coccoina è ancora in circolazione, sia nelle nuove confezioni più adatte ai tempi moderni che nei classici barattolini ( anche se forse il metallo è stato sostituito dalla plastica ). Se anche voi volete comprendere come si sballavano i trentenni di oggi correte a comprare un barattolo di coccoina!

Annunci

5 Risposte to “Coccoina”

  1. Manuela Says:

    ahahah, un resoconto stupendo. Che bei ricordi mi hai fatto rivivere, tutt’al più che la coccoina è il mio ultimo acquisto, tempo fa l’avevo intravista e ieri sera non ho resistito e sono andata a comprarla. Quanto la adoro! E solo ieri sera snbiffandola tra gli scaffali prima di arrivare alla cassa ho capito che era odore di mandorla, non la uso almeno dall’86 mi mancava troppo. ^__^ Ora ricomincerò ad incollare cose da sistemare col nastro adesivo.

    PS: ed ho preso il barattolino in metallo! *__*

  2. Pricescout24 Says:

    Questo tuo post è stupendo, mi ha fatto tornare alla mente i ritagli fatti con gli aghi e incollati con la profumatissima coccoina!!!Bei ricordi ^_^ grazie by E…

  3. Federica Says:

    Il tuo post mi ha fatto piangere dal ridere, mia mamma l’aveva presa una volta perchè le ricordava “i bei vecchi tempi” e io e mio fratello la usavamo ogni tanto (la stick non c’era mai in casa) … il pennellino è diventato di pietra dopo un paio di giorni e mia mamma ha dovuto nasconderla! che avarizia, se l’è tenuta tutta per sè da sniffare!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: