Misfits of Science

marzo 24, 2010

Se la Montalcini sparasse fulmini dalle dita allora sì che ascolterebbero le sue opinioni!

Finora ho dato spazio ad argomenti bene o male conosciuti, alcuni più famosi al grande pubblico, altri seppelliti negli angoli più oscuri della memoria a lungo termine.

Ma oggi vi regalo una vera chicca, un telefilm poco famoso ma del quale ho ricordi vivissimi e spero che l’articolo vi incuriosisca al punto di recuperarlo.

Gli “Spostati della Scienza” è una vecchia serie tv andata in onda nel 1985-86, composta purtroppo di soli 15 episodi più un doppio pilot: da fan mi sembra davvero inammissibile che abbia avuto una sola (anzi mezza in pratica) stagione a disposizione ma vedendo qualche serie recente posso affermare che MoS sia stata determinante per molte persone (ne parleremo dopo).

Il dr. Billy Hayes e il dr. Elvin Lincoln lavorano in uno studio di ricerca che tratta eventi inspiegabili e persone con poteri soprannaturali: lo stesso Elvin, un nero alto più di 2 metri con il complesso dell’altezza, si sottopone ad un trattamento ormonale sperimentale grazie al quale riuscirà, premendosi un punto dietro la nuca, a rimpicciolirsi fino alle dimensioni di un pupazzo per circa un quarto d’ora.

Nel pilot i due ritrovano nel laboratorio un uomo ibernatosi per errore circa cinquant’anni prima e ora tornato alla vita per un guasto alla macchina criogenica: il risveglio del ghiacciolo però è unito alla comparsa di un superpotere. Arnold “Beef” Biefneiter infatti riesce a congelare ogni cosa al semplice tocco, aumentando però così la sua temperatura corporea che può essere ricaricata…rimettendolo in freezer! I problemi nascono quando il direttore dello studio di ricerca licenzia i due scienziati e cerca di sfruttare l’uomo-sorbetto per fini militari. Hayes e Lincoln raccatteranno qualche altro sfigato e formeranno una squadra di “spostati” che cercherà di salvare Beef e, negli episodi a seguire, di combattere il crimine.

La prima a essere reclutata è una giovanissima Courteney Cox (la famosissima protagonista di Friends), una piccola delinquente di diciassette anni (molto topa) con il potere della telecinesi: Gloria Dinallo sarà protagonista fissa delle serie.

Il secondo demente è Johnny “B” Bukowski, un famoso rocker che durante un incidente sul palco acquista il potere di lanciare saette dalle mani, nonchè una supervelocità anche se limitata a brevi periodi. La controindicazione è che a contatto con l’acqua va in “cortocircuito” rendendolo il supereroe più puzzolente della storia. Anche lui sarà uno dei protagonisti della serie.

Il terzo (con superpoteri) è il già citato Elvin “El” interpretato dal compianto Kevin Peter Hall che molti NON ricorderanno per essere stato colui che interpretava l’alieno di Predator: nel serial il suo rimpicciolimento lo porta a dover indossare vestiti adatti alla sua statura, ovvero quelli di bambole e pupazzi, solitamente quelli di Ken, il concubino di Barbie. Esilarante l’episodio in cui si trasformerà nel Michael Jackson di Thriller.

Il capo del gruppo, senza superpoteri, sarà sempre riconosciuto nella figura del dr Hayes.

Purtroppo, dopo il salvataggio del calippo con le gambe, i Misfits rimettono Beef nel congelatore che non si vedrà più per il resto della serie: dico purtroppo perchè il personaggio aveva chiaramente delle potenzialità infinite, è forse il più grosso rammarico legato alla serie.

I Misfits si spostavano in lungo e in largo per il paese con il loro caratteristico furgoncino, raddrizzando torti e venendo a contatto con personaggi con poteri più o meno reali, dai gemelli con legame empatico a vecchietti con superforza donatagli da hamburger radioattivi, da uomini bionici a ragazzi con una memoria “genetica”.

Chiaramente quando si parla di superpoteri le possibilità sono infinite ma il serial si concentrò parecchio sul rapporto tra le persone e su disagi più umani che mai, come l’emarginazione di una persona bollata come iettatore: in definitiva Misfits è più un A-Team con tocchi soprannaturali.

Per gli amanti degli anni 80 Misfits è un vero concentrato di riferimenti alla cultura pop di quell’epoca: da citazioni di film alla musica, dalla moda intesa come capi d’abbigliamento fino agli oggetti e ai personaggi di quell’era. Non c’è episodio in cui non vengano citati Indiana Jones, o i Police, passando per Godzilla fino alla mitica palla 8.

Questa serie sembrava essere quasi del tutto dimenticata (e in effetti è così, solo i nostalgici la ricordano) ma ultimamente le serie con supereroi e/o superpoteri sembrano andare di moda: in particolare Heroes ha decisamente fatto il botto (e io ammetto di esserne un suo grosso fan) e andando a spulciare si nota che Tim Kring, l’ideatore della serie, sceneggiò anche un episodio di Misfits (il nono, Twin Engines).

E’ proprio di questi ultimissimi giorni l’uscita di una nuova serie inglese dove 5 ragazzi disadattati acquistano dei superpoteri dopo una strana tempesta: la serie si chiama Misfits…Non ho ancora visto un episodio ma a quanto pare è abbastanza atipica, personaggi sboccati, tette a profusione e protagonisti con superpoteri che di supereroi non hanno proprio niente.

Per completare l’esperienza Misfits of Science non resta che segnalarvi un sito che raccoglie una tonnellata di materiale sul telefilm: da schede degli attori alle trascrizioni complete di ogni singolo episodio. Un lavoro certo certosino che va assolutamente segnalato.

Ciapa lì!

Se invece non riuscite a procurarvi la serie per altre vie (anche perchè è dannatamente difficile, l’unica edizione in dvd è tedesca) c’è uno “spostato” che sembra aver messo tutta la serie su iutubo.

Lode agli spostati!

Come mia abitudine vi lascio con la sigla originale, buona visione!

Annunci

10 Risposte to “Misfits of Science”

  1. ila Says:

    Oddio I Misfits!!!
    Passavo ore a guardarli!

  2. Ombdradoriente Says:

    la serie la ricordo bene anche io, mi piaceva da matti e mi sono sempre chiesta come mai ci fossero così pochi episodi.
    e’ bello scoprire che anche altri la ricordano (tra i miei amici praticamente nessuno).


    • Benvenuta anche a te!
      Sono pienamente d’accordo, è davvero un peccato che la serie abbia avuto poco successo.
      Forse la colpa è stata anche della scarsa visibilità, per quanto mi riguarda non l’ho mai vista andare in onda sulle emittenti principali ma solo su tv minori come Odeon Tv o Italia 7.

  3. Giando Says:

    Mitici i Misfits e mitico tu che hai scritto di loro !

    In questi giorni sto seguendo la nuova serie inglese. Altra cosa, ma meravigliosa comunque.

    Oltre ad ispirarsi chiaramente all’originale ha il merito di fotografare molto bene l’attuale generazione, come la serie anni 80 fece allora.

    Confesso di essermi innamorato di Gloria, sognando di essere come Johnny per tutta l’adolescenza.

    Ma non avevo capito che l’attrice che ha turbato i miei sogni adolescenziali era la Cox !!!


    • Benvenuto!
      Sono davvero felice di trovare persone che si ricordano della serie, credevo di parlare di qualcosa di completamente sconosciuto e invece…
      Per quanto riguarda i nuovi Misfits…beh, credo sia una gran bella miniserie e non mi aspettavo un prodotto simile dai trailer.
      E incredibile, le migliori serie che ho visto recentemente sono di produzione inglese ( o forse non è poi così incredibile )

  4. Caterina Says:

    Complimenti per la memoria e per aver trovato le foto e la sigla! Ricordo benissimo “Misfits, gli spostati della scienza”, e stasera, parlando con un amico della nuova serie “Misfits”, mi è venuta la curiosità di trovare qualche news in rete sulla serie storica che ho adorato.. e così ho trovato questo blog, dopo aver anche scoperto che in rete girano ancora le due righe di riassunto che anni fa scrissi per l’owner di un sito, serialtv.it, a cui scrissi lamentando alcune lacune, tra cui quella di non conoscere le avventure di Billy&Co.. 😛
    Cosa dire? Veramente una bellissima serie, appassionante il primo (doppio) episodio e intrigante il resto della serie, davvero non capisco perché non abbia avuto il meritato successo!! Per anni, per me, Courtney Cox è stata Gloria, e non Monica.. ^_^
    E comunque, siamo in più di quel che si crede a ricordare…


    • Benvenuta Caterina.
      Devo ammettere che questo articolo era quello a cui tenevo di più, proprio perchè sconosciuto al grande pubblico e vedere che diversa gente ricorda questi “spostati” mi fa grande piacere.
      L’ho scritto in tempi non sospetti, quando ancora i nuovi Misfits non erano arrivati ma credo che questi cugini contemporanei siano arrivati al momento giusto.
      Spero che tanti altri, cercando notizie sul nuovo serial, capitino qui e recuperino la serie originale!

  5. filippo Says:

    Salve,

    dalla sigla TV arrivo su youtube arrivo a questo post alle 4:42 del mattino..
    Hai pure messo i link alla serie completo..non ho parole, sai quante volte ho cercato in rete senza trovare niente se non qualche commento o riassunto?
    E’ un peccato che non si trovi in giro la versione in italiano. 😦
    Se qualcuno di voi la trovasse mi farebbe un gran favore a contattarmi via mail:
    info@neverlandgames.it
    Un saluto a tutti e..buonanotte.. 🙂


    • eheh conosco anche io quel genere di ricerche, parti da un link al tramonto e ti ritrovi all’alba con le occhiaie e senza nessun risultato 😀
      io preferisco sempre le versioni originali ma spero qualcuno accolga il tuo annuncio e ti contatti, per adesso benvenuto 😀


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: