Harpya

aprile 6, 2011

In assoluto la miglior dieta dimagrante.

Ricercando materiale per il mio nuovo progetto mi sono imbattuto in un cortometraggio che vidi da bambino.

Harpya è un corto del 1979, ad opera dell’ingiustamente poco conosciuto Raoul Servais, che vinse addirittura la palma d’oro come miglior corto al Festival di Cannes dello stesso anno.

Quando vedi certe cose ad una certa età ti rimangono per sempre, dopo la visione di questo corto non dormii per giorni ma…non per la paura, ero piuttosto elettrizzato, eccitato, entusiasta di quel che avevo visto: anche questo credo contribuì alla mia futura passione per il fantastico e il cinema in generale.

La storia è abbastanza semplice, un uomo salva una donna che sta per essere uccisa per poi scoprire che si tratta di un’arpia e decide di portarla a casa per allevarla scoprendo però che l’appetito insaziabile della creatura diventerà un grosso problema…

Il fascino del corto è immenso: da una parte la quasi totale assenza di dialoghi che lascia posto ai rumori di sedie che scricchiolano e alla creatura che si ciba; la scenografia minimalista; una costruzione visiva che ingloba surrealismo, impressionismo e astrattismo; infine la particolarissima tecnica di animazione davvero angosciante (forse la scarsa naturalezza dei movimenti li rende spaventosi perchè alieni ad una normalità insita nella nostra quotidianità).

A trenta e passa anni di distanza questo corto mantiene intatto tutto il suo fascino rimanendo una piccola perla del cinema di tutti i tempi.

Godetevelo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: