Righeira

maggio 1, 2010

Anni 80.La crisi.La gente non teneva dinero.Arrivarono i Righeira e ci fecero una canzone. 2010. La crisi. La gente non tiene dinero. Ho paura delle conseguenze.

Ah gli anni 80, quando non capivo un cazzo di musica.

Non che ora capisca molto di più ma almeno a quei tempi mi facevo meno problemi e magari mi vergognavo meno di certi gusti musicali.

Ogni volta che scrivo un articolo devo far fronte a un problema: io ho un determinato ricordo di certe cose, quando poi mi documento per poter scrivere qualcosa a volte sbatto la faccia con la dura realtà e quei ricordi non sempre escono illesi dall’operazione.

Per quanto riguarda i Righeira è andata meno peggio di quanto mi aspettassi, riascoltare le loro hit non è stato così traumatico, forse anche per la mia affinità al trash…

Michael e Johnson Righeira (ossia, Stefano Rota e Stefano Righi) fanno il loro esordio sulla scena musicale italiana come duo nel 1983 con Vamos a la Playa che divenne istantaneamente un successone, sia in Italia (sette settimane in vetta alle classifiche) che all’estero. Questo anche grazie al fatto che scelsero di cantare in spagnolo (pur facendo una versione italiana della canzone), a quel tempo abbastanza inusuale.

La canzone nascondeva dietro un titolo spensierato uno scenario apocalittico che rifletteva una certa paura del nucleare, durante gli ultimi anni di guerra fredda e di corsa agli armamenti. Ma alla fin fine credo che il 98% di chi ascoltò quella canzone non se ne rese conto e si lasciò semplicemente conquistare da un testo abbastanza scarno che altro non faceva se non ripetere ad libitum il ritornello del titolo. Leggende metropolitane narrano che fu proprio sulla base di questa canzone che venne coniato il termine tormentone che vide proprio nell’83 l’inserimento nello Zingarelli.

Sempre nell’83 arrivò la loro seconda hit, No Tengo Dinero, che non ebbe il successo del precedente ma gettò comunque le basi per renderli famosissimi nel paese e oltre.

L’anno successivo fu la volta di Hey Mama ma stavolta fu quasi un flop.  Solo nel 1985 arrivò la consacrazione: con L’Estate sta Finendo vinsero il Festivalbar e forse anche un Disco per L’Estate ( dico forse perchè ho trovato notizie contrastanti…). La genialata fu pubblicare la canzone all’inizio dell’estate.

L’ultimo grande successo risale all’86 quando con Innamoratissimo parteciparono al Festival di Sanremo (curiosità, Sergio Conforti, più noto come Rocco Tanica dei miei amati Elio e le Storie Tese, è l’autore di questo brano).

Seguono un altro paio di singoli che però ricevono timidi consensi da parte del pubblico, il che porta il duo a sciogliersi nel 1988, per intraprendere separatamente alcuni progetti solisti e collaborazioni. Una prima reunion avviene nel 1998 quando partecipano a La Notte Vola, trasmissione televisiva che aveva per concorrenti protagonisti della scena musicale anni 80.

Poi un nuovo oblio fino al 2006 in cui pubblicano un nuovo album composto di soli inediti, operazione abbastanza incredibile considerando che generalmente queste reunion sono bieche operazioni commerciali atte a sfruttare le hit dei decenni precedenti, in maniera anche abbastanza triste se posso aggiungere. Sì, posso aggiungere che il blog è mio.

Alla fin fine ho un bel ricordo dei Righeira, i singoli erano orecchiabili all’epoca e risentendoli oggi mi accorgo che c’è di molto peggio e non si può certo gridare allo scandalo riascoltandoli: inoltre erano un concentrato di trash che paragonato al cattivo gusto attuale era veramente un lusso. Pensare a quelle acconciature assurde, all’abbigliamento strampalato e a quelle movenze e coreografie quasi ipnotiche è abbastanza affascinante. Per un amante del weird ovviamente. Per la cronaca io preferivo Michael perchè Johnson non si capiva che età avesse, in un video sembrava un ventenne e il giorno dopo dimostrava 97 anni.

Dopo aver condotto un programma a R101 se ne sono perse le tracce: in realtà credo continuino a suonare e fare serate nei locali di tutta Italia. Noi vogliamo ricordarli così.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: